IL MISTERO DEI CERCHI NEL GRANO - Signs

Le Profezie dei "Segni nel Grano"

(articolo pubblicato su “La Voce”, Associazione Culturale “V. Bachelet” di Taviano (Lecce)

 

 

Sono affascinanti, incredibili, inspiegabili, straordinariamente complessi. Compaiono dal nulla, all'improvviso, nell'arco di pochi attimi. Sono i "Crop Circles": i Cerchi nel Grano. Dal 1975 l'Inghilterra sembra essere l'epicentro di questo particolarissimo fenomeno ancora senza spiegazione, che ha fatto discutere torme di studiosi e che di recente, a causa della sua inquietante evoluzione, ha fatto aprire la strada ad una incredibile ipotesi, legata ad un'antichissima profezia.

Partiamo con ordine. Cosa sono esattamente i cerchi nel grano? Poiché il fenomeno ha subito una costante evoluzione, solo inizialmente, quando fu coniato il termine, si poteva parlare di cerchi, oggi è più esatto parlare di vere e proprie rappresentazioni grafiche tridimensionali, composte da svariate figure geometriche - ma non solo - che compaiono nei campi di frumento, in maniera decisamente rapida, distribuendosi su di un'area di diversi metri quadrati. Soltanto dall'alto di un aereo o di un elicottero si può avere completa visione di tutta la rappresentazione.

Chi o che cosa può essere considerato l'autore di queste opere? Gran parte della gente comune crede siano opera di mistificatori e falsari, ma, per contro, c'è chi invece ritiene che non siano opera dell'uomo. Qual è la verità? A vantaggio degli scettici gioca il fatto che effettivamente esistono davvero degli artisti, detti "circlemakers", che passano il loro tempo creando figure nei campi di grano e che una buona percentuale di cerchi nel grano sia fasulla. Ma contro le tesi da essi sostenute si pongono importanti elementi di riflessione. I cerchi nel grano sono figure estremamente complesse, disposte su di un'area troppo vasta, che richiederebbero settimane di lavoro per la loro creazione. Hanno il terreno dotato di una radioattività più che raddoppiata, con conseguente morte del raccolto e di tutti gli insetti presenti nella zona ed, inoltre, le spighe del grano sono disposte a spirale e piegate, non spezzate, come accadrebbe se il cerchio fosse realizzato dall'uomo. A confermare definitivamente la teoria circa la loro rapida formazione ci ha pensato un ricercatore inglese, Winston Kitch, insieme ad un suo amico, Gary King, avvocato di professione (con la sua ragazza). Kitch è riuscito a filmare, tramite una videocamera a infrarossi, nella zona di Eastfield (zona nota per la presenza ricorrente del fenomeno), la notte fra il 6 e il 7 luglio 2007, la formazione di un cerchio nel grano. Il filmato, assolutamente autentico, mandato in onda sulla RAI, mostra che attorno alle 3,20, dopo una forte luce dal cielo, è avvenuto il formarsi del disegno. Date le 16 ore di registrazione ininterrotta, ci si può facilmente rendere conto che prima della 4,00 del mattino - ora in cui il disegno si è definitivamente impresso nel grano - non c'era nulla. Il fenomeno è ritenuto autentico da gran parte egli studiosi. Guardando il maestoso pittogramma di Milk Hill, comparso nel 2001 e composto da 409 cerchi disposti su di una superficie di 90.000 mq., è difficile pensarla diversamente.

 

 

Tornando a quanto si era detto all'inizio, il mistero attorno a questo fenomeno sembra essersi infittito. Intorno al 2000, infatti, hanno cominciato a comparire nei campi di grano simboli Maya. Questi simboli, decifrati dagli studiosi come appartenenti al calendario di questo antico popolo, ci indicano una data precisa, quella del 21 dicembre 2012. Cosa significa? Il mistero avvolge ancora gran parte della storia e dei segreti del popolo Maya.

 

 

Sappiamo, però, che erano dei grandi scienziati e, soprattutto, grandi astronomi e che avevano inventato un complesso sistema di calendari, basato su di un calendario sacro, detto Tzolkin, ed un calendario civile, detto Haab (per il quale un anno durava 365 giorni). Grazie alla loro costante osservazione del cielo i Maya avevano individuato dei cicli di tempo regolari di funzionamento dell'universo e grazie a questi erano in grado di calcolare con grande anticipo importanti eventi astronomici. Il ciclo più breve da loro calcolato era di 52 anni, quello più lungo di 25.625 anni, corrispondente al moto di avvicinamento e allontanamento del nostro sistema solare dal centro della Via Lattea. Questo ciclo, noto come ciclo galattico, era diviso in 5 sottocicli di 5.125 anni ciascuno, chiamati "soli". Al temine di questi "soli", loro ipotizzavano che dal centro della Galassia partisse un flusso di energia tale da provocare un'anomala attività solare, con conseguenti catastrofi planetarie. In effetti nel 1997 la sonda Soho ha captato un anomalo flusso di energia proveniente dal centro galattico che ha causato una fase di particolare attività del nostro Sole. Questo potrebbe essere un supporto scientifico alla loro tesi. Infatti il flusso di energia, secondo i Maya, si attiva sempre alla fine di ognuno dei "soli" e dato che sono trascorsi già 4 di questi cinque sottocicli, noi ci troviamo al termine dell'era dell'ultimo di essi, iniziato nel 3.114 A.C. e che avrà fine il 21 dicembre 2012. Nel 1996 a West Kenneth è comparso nel grano il primo di molti altri simboli Maya, raffigurante il centro galattico ed indicante proprio tale data. Cosa succederà? È per caso la data della tanto dibattuta "fine del mondo"?

Non si sa con precisione. I Maya parlavano in termini positivi di un grande sconvolgimento sul nostro pianeta e di un rinnovamento nell'animo umano. Altri indizi lasciano pensare che qualcosa di importante possa davvero avvenire in quella data. Il 2 agosto 2004 è comparso un disegno nel grano indicante il ciclo nel quale ci troviamo ora e un anno dopo un pittogramma rappresentante il calendario dello Tzolkin. Analizzando tale figura gli studiosi hanno ricavato un’altra esatta intuizione Maya. Essi avevano Essi avevano previsto un'eclissi di sole che - hanno appurato gli scienziati – avverrà esattamente il 20 maggio 2012: proprio quel giorno il sole sarà allineato con le Pleiadi e si ritroverà proprio sopra la piramide Maya di Chictchen ltza, costruita in onore del Dio Sole Quetzalcoatl.

Possibile che siano solo coincidenze? A conferma delle straordinarie capacità previsionali dei Maya vi è, all'interno di un codice noto come Codice Dresda (dal nome della città in cui è custodito), scampato alla furia dei conquistadores, la previsione esatta della grande eclissi di sole verificatasi sul territorio del Messico il 13 agosto 1991. Ma non solo. All'interno di questo codice è racchiuso un inquietante e misterioso annuncio per il 2012: "Guai a voi della Terra, verrà la fine dell'era del giaguaro e l'inizio di una nuova era che sorgerà sulle ceneri della precedente. E sarà il tempo dell'incontro con i Signori delle Stelle". Chi sono questi "Signori delle Stelle"? Divinità? Esseri sovrannaturali provenienti da altri mondi? L'umanità avrà contatti con una civiltà extra-terrestre? Se così fosse ecco svelata la mano invisibile dei "segni nel grano", il mistero che avvolge i due più incredibili fra questi, comparsi entrambi il 15 agosto 2002 a Winchester: il gigantesco volto di un alieno con in mano un CD su cui sembra inciso tutto il linguaggio dei computer e, poco distante dal primo, un codice binario raffigurante gli elementi base di un popolo dello Spazio.

 

 

Quest'ultimo sembrerebbe essere la risposta a un precedente codice binario che gli scienziati del SETI (Search Of Extraterrestrial Intelligence) inviarono nello spazio dal radiotelescopio di Arecibo, in Messico, nel 1974, contenente, appunto, gli elementi base della vita sulla Terra.

 

La formazione detta "Chibolton Code" può a prima vista sembrare uguale al messaggio lanciato dal telescopio di Arecibo nel 1974, ma osservando con attenzione si notano alcune differenze. La più importante è la presenza del Silicio oltre ai cinque elementi (che diventano quindi sei ...) fondamentali per la vita sulla Terra: un riferimento ad un altro Pianeta?!

Chibolton Code (19 Agosto 2001) e Messaggio di Arecibo (1974) a confronto

(Original images copyright 2001: Crop Circle Connection)

 

Per comprendere questo incredibile mistero, per ottenere le risposte che cerchiamo, per conoscere alla fine la verità non resta che attendere una sola data, quella del 21 dicembre 2012. Solo allora, forse, la profezia sarà svelata.

 

Agente Fox M.

 

 

LA STORIA I FRATTALI IMMAGINI VERI O FALSI LA SPIRALE SACRA CROP GEOMETRIES SIGNS - PROFEZIE

 

ULTIMO AGGIORNAMENTO 09 GENNAIO 2009

 

Home MAPPA SITO MI PRESENTO MISTERI I "CERCHI" LINK NEWS - CONGRESSI SETI@HOME DISCLAIMER MAILING LIST ARTICOLI DAL WEB